Brontolio stomaco – Cosa fare e cosa non fare

admin

Sei a dieta e spesso senti un fastidioso brontolio stomaco? Si tratta di una reazione normale da parte del nostro corpo, che possiamo affrontare in molti modi. In questa guida abbiamo selezionato cosa fare e cosa non fare quando lo stomaco brontola.

Brontolio stomaco: come risolverlo

Il brontolio del nostro stomaco deriva da una maggiore attività dell’apparato digerente, e non è necessariamente legato allo stomaco vuoto. Spesso dipende anche dal tipo di alimentazione che facciamo.

Per questo il primo consiglio che possiamo darvi è di adottare una alimentazione bilanciata ed equilibrata. Potete farvi seguire da un nutrizionista, così da sapere quali sono le giuste quantità di micro e macronutrienti per il vostro fabbisogno giornaliero.

Se invece avete bisogno di un rimedio immediato la risposta è piuttosto semplice: mangiare. Tra i cibi più consigliati troviamo le mele, che sono molto fibrose e ci aiutano a ottenere un buon senso di pienezza. In questo modo lo stomaco si ritroverà impegnato nella digestione di altro cibo, e smetterà di brontolare. Vale comunque la regola per cui fare più spuntini durante il giorno aiuta a tenere lo stomaco sotto controllo.

Fate molta attenzione alla quantità di aria che immettete all’interno del vostro stomaco. Per questo è importante mangiare con la bocca chiusa, e bisogna anche evitare di mangiare mentre ci si muove. Ingerire troppa aria può generare dei rumorosi brontolii.

A proposito di aria: anche fumare ne favorisce l’immissione. Ridurre o eliminare questa abitudine potrebbe aiutarci a rendere la nostra pancia più silenziosa.

Cosa non fare

Dobbiamo fare molta attenzione anche a cosa non fare. Ci sono delle cattive abitudini o degli alimenti che possono provocare molto più facilmente il nostro brontolio di stomaco.

Vanno evitate le bibite gassate. Queste bevande portano all’interno del nostro organismo molta anidride carbonica, mentre gli zuccheri tendono a favorire la formazione di gas durante la digestione. Evitate anche l’acqua frizzante, che seppur priva di zuccheri ha una forte quantità di anidride carbonica.

Se avete intolleranze alimentari fate particolare attenzione. Soprattutto chi ha una intolleranza al lattosio rischia di avere uno stomaco molto rumoroso dopo aver ingerito latticini di vario genere. Vale non solo per il latte, ma anche tutti i derivati, come ad esempio formaggi e mozzarelle. Potreste optare per prodotti privi di lattosio, come ad esempio il latte di soia.

Anche il caffè può provocare i gorgoglii della nostra pancia. Bisogna evitare di prenderlo a digiuno, perché tende a favorire la formazione di acidi all’interno del nostro corpo. Meglio prenderlo solo dopo un buon pasto. Se invece amate bere a digiuno vi suggeriamo di sostituire il caffè con del buon tè.


Articoli Correlati

Lascia un commento