• La Carta tra Mattarella e Ban Ki-moon

    (Dalla rubrica “Diario dall’Expo” pubblicata su L’Unità del 17 ottobre 2015)

    La presenza a Milano del Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, insieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha rappresentato un punto di sintesi altissima del senso di questa Esposizione Universale italiana. È stato un onore celebrare con loro la Giornata alimentare mondiale, sottolineando il valore di Expo come piazza globale di confronto e conoscenza sulle nuove frontiere della sfida alimentare. Le parole di Ban Ki-moon e del presidente Mattarella sulla Carta hanno sigillato la forza di questo atto d’impegni sottoscritto da più di un milione di persone. Lotta allo speco alimentare, obesità e malnutrizione, difesa della biodiversità, contrasto ai cambiamenti climatici sono stati per noi temi d’impegno quotidiani. In sei mesi abbiamo realizzato oltre 7mila eventi di contenuto e più di 140 sono stati i centri di ricerca e le università di tutto il mondo che hanno lavorato al “Patto della Scienza” collegato alla Carta di Milano. Noi siamo consapevoli che molto del lavoro da fare inizia ora. E siamo pronti. Tra i padiglioni di Expo è stato grande l’impegno della Società civile e voglio citare il messaggio forte di uno dei protagonisti qui a Milano, Bono: “Dove vivi non deve determinare se vivi”. Con la forza che questa esperienza universale ci ha dato ci batteremo ogni giorno perché la generazione di Expo diventi davvero la generazione Fame zero.

Comments are closed.