• La pratica agricola della vite ad alberello di Pantelleria è patrimonio mondiale dell’umanità Unesco

    “È la prima volta che una pratica agricola consegue questo autorevole riconoscimento. La notizia, arrivata dalla nostra delegazione presente a Parigi, mi riempie di orgoglio e di soddisfazione. Questa iscrizione rappresenta una svolta a livello internazionale, poiché finalmente anche i valori connessi all’agricoltura e al patrimonio rurale sono riconosciuti come parte integrante del più vasto patrimonio culturale dei popoli.

    Leggi di più

  • Incontro con enti caritativi. Chiuse gare per 45mila tonnellate di aiuti per indigenti

    “L’incontro di oggi con gli Enti Caritativi è servito per un aggiornamento operativo e strategico per il sostegno a tante persone che chiedono aiuto. L’assistenza alimentare di oltre 4 milioni di cittadini indigenti è un dovere per il Governo. Per questo in sinergia con il Ministro Poletti abbiamo costruito un piano di interventi a favore di chi soffre di povertà alimentare con una dotazione finanziaria importante. Fino al 2020 avremo oltre 400 milioni dall’Ue ai quali aggiungiamo più di 70 milioni di euro di quota nazionale. Per l’emergenza di quest’anno abbiamo deciso di anticipare il massimo della quota nazionale fin da subito con i primi 40 milioni di euro per gli aiuti alimentari. Abbiamo già chiuso le gare per 45mila tonnellate di prodotti che saranno consegnati quanto prima agli Enti caritativi, affinché possano essere garantiti pasti e pacchi alimentari a chi ne ha bisogno. Non ci limitiamo a questo intervento e abbiamo stanziato ulteriori 5 milioni di euro con risorse del Ministero delle politiche agricole per il 2015 che andranno a rafforzare il piano che gestiamo con Agea. Ben vengano anche ulteriori fondi da iniziative parlamentari in tal senso e mi auguro che le ipotesi si trasformino in fatti, perché su questo tema credo sia vietato speculare”.

    Leggi di più

  • Next – Repubblica delle idee: Piedi nella terra e testa nel mondo

    (Intervista a Repubblica.it – La Repubblica delle idee del 21 novembre 2014)

    “Girando l’Italia sto incontrando moltissimi ragazzi che hanno deciso di investire in agricoltura e nel settore agroalimentare. A partire dai giovanissimi che scelgono gli istituti agrari e le facoltà di Scienze Agrarie con una crescita del 44% delle iscrizioni rispetto allo scorso anno, a coloro che rilevano e innovano aziende già esistenti o di famiglia, fino a chi ci investe tutto partendo da zero”, afferma Maurizio Martina, ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, che sarà ospite di Repubblica delle Idee a Reggio Emilia domenica 30 novembre per l’incontro “Dalla terra alla tavola, la buona filiera” insieme al presidente di Coop Italia Marco Pedroni e ai produttori Giannola Nonino e Pasquale Forte.
    Il ministro, che assisterà anche al Next, dedicato questa volta all’innovazione nell’alimentazione, considera il ricambio generazionale una priorità: “Oggi è fondamentale per il sistema agroalimentare diventare sempre più attivo e dinamico. È così che in Lombardia troviamo ragazzi che coltivano fragole in serre completamente coperte da pannelli fotovoltaici. Oppure penso all’azienda italiana, tutta di under 40, che ha brevettato la prima macchina da caffè e una linea di alimenti per gli astronauti”.

    Leggi di più

  • “Non siamo dei signor no. Ora avanti con la legge di stabilità”

    (Intervista a La Stampa del 20 novembre 2014)

    “Noi non siamo dei signor no. Siamo quelli che, gelosi delle proprie idee, vogliono lavorare testardamente per rafforzare sempre più i provvedimenti del governo e vincere, insieme, la sfida del cambiamento: lo abbiamo fatto con il Jobs Act e lo faremo con la legge di stabilità”. Quando dice «noi», il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina parla di Area riformista, quella parte della minoranza Pd guidata dal capogruppo Speranza che si è riunita sabato scorso a Milano.

    Leggi di più

  • Piano Agricoltura 2.0

    Slide_AGRICOLTURA 2.0 primo pianoIl ‘piano Agricoltura 2.0’ ha un obiettivo ambizioso: eliminare la burocrazia inutile e ridurre a zero l’utilizzo di carta. Si tratta di un intervento importante di semplificazione nel settore agricolo, che introduce sei strumenti innovativi per 1,5 milioni di aziende. Attraverso la Domanda Pac precompilata dal marzo del 2015 evitiamo perdite di tempo agli agricoltori agli sportelli, con un’operazione simile al 730 precompilato per i cittadini. Mettiamo in condizione 700mila piccole imprese di inoltrare la domanda PAC con un semplice click. Si potrà anticipare al 100% il pagamento degli aiuti a giugno invece che a dicembre per circa 4 miliardi di euro su 1 milione di domande PAC. Attraverso l’Anagrafe unica le istituzioni condividono le informazioni senza chiederle ogni volta, mentre con la Banca dei Certificati online niente più file agli sportelli e un risparmio stimato di circa 25 chili di carta per azienda. Il ‘piano Agricoltura 2.0’ è un altro importante passo che va nella direzione di una Amministrazione realmente al servizio degli agricoltori.

    Leggi di più

  • Trovati i fondi per il cibo «Pronti 5 milioni nel 2015»

    (Intervista a Avvenire del 21 novembre 2014)

    Emergenza alimentare, il governo c’è. Non sono passate nemmeno 24 ore dall’allarme lanciato dagli enti caritativi sulle pagine di Avvenire che il ministero delle Politiche agricole interviene per chiarire i fatti e rassicurare tutti i soggetti coinvolti. A cominciare dai sei milioni di poveri che ogni giorno si mettono in fila alle mense di carità in attesa di un pasto. Per loro, oltre ai fondi europei (400 milioni fino al 2020), arriveranno i 70 milioni di euro con cui l’esecutivo nazionale deve contribuire allo stanziamento di Bruxelles e altri 5 milioni di euro per il 2015 erogati direttamente dalle casse dell’Agricoltura, senza cioè passare attraverso la “tagliola” delle coperture in Legge di Stabilità.

    Leggi di più

Pagina 29 di 29« Prima...1020...2526272829